lunedì 27 aprile 2009

Da una una immagine di Il grande Nord



Ho tanti sogni nel mio bagaglio...da non sapere più che farmene, è una frase di una vecchia canzone, che ben si adatta ancora molto ad una sognatrice ad occhi aperti come me!

Peccato che gli anni che mi resteranno ancora di vita sono davvero pochi per poter solo immaginare anche di avvicinarmi solo un poco al sogno più grande della mia vita...vivere in un contesto quasi completamente naturale...come avrete modo di vedere nel trailer del film documentario di qualche anno fa, che a dir il vero mi sono persa e che vado a vedermi spesso in due piccoli trailer che trovo su Internet.

Quando qualcosa lo si ama tanto però, una qualche influenza sulla nostra vita ce l'à, nel senso che un sogno che ci appartiene e che però non riusciamo a realizzare al completo ci permette di avvicinarci il più possibile a quella che è la sua essenza.

E così se anche non vivo un contesto come quello del trailer, di sicuro non mi lascio impregnare dal vivere in maniera quasi priva della parte naturale ed istintiva...così il mio amore per le passeggiate nel verde, le piante i fiori...il rifiuto appena posso di tutto ciò che non è naturale a partire dalle fibre che indosso che scelgo con pignoleria e le cose che mangio (non sono un'amante delle arti culinarie pur amando tutto ciò che si può fare con le mani) ma quello che mangio lo scelgo con cura.

E poi ultima cosa...in questo momento della mia vita che ho ripreso la passione per il disegno in maniera particolare ,unendoci anche il tentativo di usare i colori e prediligendo (anche se i miei risultati per ora sono poco entusiasmanti) gli acquerelli...anche qui ...forse perchè per questa tecnica è richiesta una dimestichezza di usare bene l'acqua con il colore (l'acqua è un elemento naturale)ho potuto avere la dimostrazione di come le cose che amiamo e sogniamo ci riesce meglio di rappresentarle...

Il disegno che vi faccio vedere (devo essere sincera ...aldilà del giudizio di chi leggerà questo post)io di questo disegno sono contenta...l'ho iniziato ieri sera, ed era terminato quasi per intero entro l'ora che mi sono messa a letto...la mezzanotte passata...stamattina l'ho ritoccato un po' prima di postarlo..e mi piace, e a mio giudizio questo perchè amo questa immagine e amo il sogno che c'è dietro.

Non vi posso postare il video direttamente perchè su You Tube non c'è, vi metto un link che vi rimanda al video e alle notizie che lo riguardano.

http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=43808

Grazie per l'attenzione ( e in particolare da qui saluto e ringrazio fin d'ora gli anonimi che non posso raggiungere a mia volta sui loro blog..Teresa - Pinuccia - Incoronata) e auguro a tutti un buon inizio di settimana, anche se qui a Milano ci accompagna il freddo e la pioggia da un pezzo!

@ Teresa: non devi scusarti di nulla, i tuoi commenti mi sono molto graditi...e le cose che dici, mi fanno andare al passato con le mie forti immaginazioni...sai Teresa, l'altro giorno a Milano da un fiorista avevo cercato i Mughetti...e mi ha detto "E' un po' tardi, fino la scorsa settimana me ne hanno portati dalla campagna..." Ci sono ancora quelli che fanno, quello che faceva il tuo papà! Tu dici di occuparti del giardino...sei molto fortunata...il giardino dà infinite soddisfazioni che io provo solo ad immaginare con l'esperienza che conosco del mio balcone...io vivo in condominio e non ho giardino. Ti auguro buon proseguimento tra i tuoi fiori e torna ancora a trovarmi! Ciao

4 commenti:

luigi ha detto...

Hai del tutto ragione, cara Franca. Spesso mi trovo a ripetere che prendere a modello un soggetto che piace, cui si è affezionati, che fa parte della propria vita è la cosa più saggia, soprattutto all'inizio. Poi serve anche misurarsi con il 'diverso' ma c'è tempo. Intanto si prende coscienza di un'abilità e partendo da lì si puo tentare di realizzare pure... qualche sogno. Ciao. Luigi.

Anonimo ha detto...

Ciao Franca sono Teresa;sono bastati due giorni con la chiavetta che non andava e trovo tante immagini e riflessioni che mi portano al mio passato.I mughetti..ne avevamo una grande aiuola e per il 1 maggio (forse c'è un motivo che non ricordo)papà ed io li raccoglievamo a gruppi di dieci steli(si sfilano dalla terra senza reciderli e rimane una parte dello stelo bianca) e due foglie e mamma li legava con il cotone da imbastire facendone un piccolo, ma prezioso mazzetto. Un amico di papà li veniva a ritirare per poi venderli. Erano gli anni 60 e questo piccolo ricavo inorgogliva molto papà.Rimanevano i meno belli o più ritardatari...ed erano per noi, in casa erano messi davanti alla foto dei nonni.Ero una ragazzina allora,avevo dimenticato tutto questo e ti ringrazio per questo ricordo in più ,ora che sono sola i ricordi mi fanno compagnia.Anche il gigliuccio fa parte dei ricordi anch'io lo sapevo fare non sono sicura di ricordarlo ancora bene ma hai ragione tutto quanto richiede il fare con le mani è molto gratificante.Ora io accudisco il giardino e mi dà una grande gioia vederne i cambiamenti quotidiani:il contatto con la natura diventa amore e se non sarà possibile una vita come quella del film,che non conosco, ma cercherò,anche nella città si può mantenere il contatto con la natura.Ho una quantità di lillà irs margheritine...eppure qualcuno entra e non le vede neppure ne resto un pò delusa...
Complimenti per il disegno stai migliorando rapidamente (questa era forse una abilità già percorsa in passato)è prova comunque della tua tenacia e voglia di vivere intensamente il presente cogliendo il più possibile.Mio padre a 94 anni diceva "sono ingordo di vita.."e amava tutto ciò che con le mani poteva fare, dal giardino all'orto al lavorare il legno al riparare ogni cosa si rompesse.
Scusami per questo intervento così lungo..un abbraccio e buona settimana.

Arianna ha detto...

Bello! Si vede la sintonia che c'è fra l'uomo e il suo cane...ciao, Arianna!

Vania e Paolo ha detto...

..non parlare ..se posso permettermi.."gli anni che mi resteranno ancora di vita sono davvero pochi"...c'è gente giovane che non vive la propria vita come Te...(Spero si sia compreso il concetto :)) quindi fai quello che + ti piace e assorbi dal tuo tempo il massimo per te...e noi saremmo qui ad apprezzarlo o .... non apprezzarlo..:)))
Un grosso bacio e a presto
P.s. Il post di S. Rita mi ha commosso quando ero piccola mia mamma mi portava alla funzione il giorno della riccorenza si partiva alla mattina presto come fosse una festa... ho dei piacevoli e profumati ricordi...perchè si benedicono le rose...grazie...peccato che ora mia figlia non avrà mai questi ricordi.