giovedì 5 novembre 2009

Problemi invernali....




Quanto costa l'inverno in arrivo! Con l'approssimarsi della stagione fredda mi si sono presentati subito i conti, il freddo costa, quello materiale e soprattutto quello affettivo, in questo caso ho dovuto affrontare da prima il cambio della caldaietta di riscaldamento (come avevo accennato a Syl, quando tempo fa anche lei aveva avuto lo stesso problema) e più di recente come si vede dalla prima foto ho avuto il problema della batteria della macchina.

Avevo sostituito la batteria in agosto, ma da quando non vado al lavoro è raro che usi la macchina che pur avendo il box, per pigrizia lascio sempre parcheggita in strada, ma la pigrizia non paga mai...perchè l'altro giorno con un piccolo abbassamento di temperatura la mia macchina si è rifiutata di mettersi in moto.

Così, con santa pazienza armata di pinza e chiavi ho smontato la batteria e ho dovuto portarla dal meccanico per metterla sotto carica, dopo il tentativo fallito di attaccare i cavi e e metterla in moto....appena si è spenta non ne ha voluto più sapere di ripartirte, il meccanico mi aveva spiegato al telefono che quando la batteria è scesa completamente per essere di nuovo efficiente la macchina deve essere in funzione per un bel po', io mi ero limitata a lasciarla in moto per poco più di dieci minuti...e sono stata punita.

Certo avrei potuto far venire il meccanico a casa (ma per una cosa così tendono a non spostarsi. e poi mi sarebbe costata l'uscita) così oggi andrò a ritirare la batteria carica e poi dovrò rimontarla...un po' di passi a piedi non fanno certo male, ma sarebbe meglio passeggiare tranquillamente, piuttosto che spostarsi col peso di una batteria da trasportare...pazienza...oramai il più è fatto, la prossima volta ricordandomi di tutta quresta fatica ci penserò prima e metterò da parte la pigrizia, mentre per l'altro problema della caldaietta...lì purtroppo c'è poco da fare il fai da te...tecnico, idraulico, gran casino di polvere dopo la sostituzione, pulizie varie e via!

L'inverno costa!! E non è ancora cominciato.....

Un saluto simpatico a tutti

5 commenti:

lasettimaonda ha detto...

Forza Franca!!
E' una gran rottura, ma poi quando accendi ed arriva un bel calduccio dai termosifoni, ti senti sollevata e non solo nel portafoglio!!
Qualche anno fà, Roby comprò ad un Brico, un aggeggio furbissimo: è un avviatore, che fà le veci della batteria se questa è a terra.
In ogni caso, però, l'auo deve funzionare per un' oretta, altrimenti non si ricarica, tuttavia ti evita di andare dall'elettrauto!
Il box, comunque, toglie di mezzo tutte queste seccature e l'auto resta più potetta dalle intemperie e dalle intemperanze dei cretini che fanno atti vandalici!
Un grande abbraccio!Syl-vietta

Arianna ha detto...

Spero si aggiusti tutto in fretta, buon fine settimana, Arianna!

luigi ha detto...

Rischio di dirti che i vari contrattempi ti hanno costretta a... muoverti! So che se fossi lì mi picchieresti e quindi vedi bene che il rischio è calcolato. Per esperienza personale posso aggiungere che certe 'cosette' le lasciamo lì, facciamo finta di nn vederle... è così che loro si vendicano e il danno e la fatica diventano maggiori. Sarà mica l'età che ci spinge a nicchiare un pochetto??? Dài che proviamo a incoraggiarci a vicenda, chissà che qualche 'colore' rinnovato riesca ad uscire. Ciao e buon... inverno anticipato. Con affetto.

Alex ha detto...

Simpatico e leggero questo post, che getta luce su di una quotidianità magari poco celebrata sui nostri BLOG, ma esistente e pulsante dentro la realtà di tutti i giorni. Specie qui da noi al Nord, dove il clima crea non pochi inconvenienti, gli stessi che, relativi magari ad altre incombenze,durante i secoli, hanno temprato e irrobustito noi gente delle Alpi.
Ma tu se non ricordo male sei un'oriunda sudista, e magari ti devi ancora abituare eheheh....
buon Inverno Franca!

monteamaro ha detto...

Franca!!! Mannaggia, è un classico di inizio inverno, la batteria auto a terra, e lo scaldabagno in tilt..
Hai ragione, l'inverno ci salassa un pò di risparmi, anche se da me in Molise, sulla costa, è meno rigido.
Riscaldamenti ancora spenti, và il caminetto con la legna del mio uliveto potato.
Forza, aspetto le foto dell'inverno lombardo, che ricordo ancora con qualche brivido, ma con tanto piacere.
1 abbraccio e buona domenica.